IT   EN

Ultimi tweet

COSA CERCANO ONLINE I GENITORI DI BAMBINI MALATI DI TUMORE?

 

Quando un bambino ha il cancro, che tipo di informazioni cercano i genitori? L'analisi delle ricerche online per ottenere informazioni relative alla salute offre una finestra sulle loro preoccupazioni e fornisce informazioni su come i fornitori di servizi sanitari possano offrire istruzione e supporto alla famiglia.

I ricercatori dell'ospedale pediatrico di Philadelphia, che hanno esaminato le ricerche dei genitori su Google, hanno rilevato che, tra le altre cose, si concentrano spesso sui modi per sostenere al meglio il loro bambino e su problemi logistici, come le indicazioni per i centri medici e le farmacie appropriate. «Molte ricerche ci raccontano cosa le persone dicono di voler trovar online ma poco si sa sui dettagli specifici dei genitori di bambini malati di tumore- spiega Charles A. Phillips, coordinatore dello studio e oncologo pediatrico del Children's Hospital di Philadelphia- questo è il primo studio che affronta l'argomento». La ricerca è pubblicata sulla rivista scientifica Pediatric Blood and Cancer.

I ricercatori hanno arruolato 21 genitori (17 mamme) di bambini con diagnosi di cancro all'ospeadale di Philadelphia nell'estate del 2017. I genitori hanno acconsentito a condividere le loro storie di ricerca su Google durante il trattamento del cancro del loro figlio ma anche da un punto di vista retrospettivo , (sei mesi prima della diagnosi), quindi sono stati analizzati i risultati. I genitori hanno eseguito ricerche relative alla salute il doppio della popolazione generale (13% contro il 5%) con picchi a circa un mese dalla diagnosi del cancro. Il 18% delle ricerche relative alla salute (circa 1.900 su 11.000) erano specifiche per il cancro e oltre la metà erano relative ad associazioni di beneficenza per il cancro e citazioni ispiratrici.

Tra le ricerche generali relative alla salute, il 31% riguardava "sintomi, malattie e informazioni mediche", seguito da dal 29% di "informazioni su ospedale / siti di cura / farmacia". Secondo i ricercatori è importante che i fornitori di servizi sanitari, amministratori e web designer diano la giusta importanza alle preoccupazioni logistiche dei genitori, come il traffico e le indicazioni di parcheggio, o l'individuazione di farmacie.

Da notare anche l'aumento delle ricerche sui sintomi nei mesi precedenti la diagnosi di un bambino. Ciò si accorda con l'esperienza personale di molti medici: "Ogni volta che incontro i genitori per la prima volta dopo una diagnosi, mi dicono: "Sapevo che qualcosa non andava ".

Sulla base di questi risultati gli ospedali potrebbero progettare interventi educativi per aiutare i genitori a navigare meglio su Internet e trovare le informazioni sul cancro e i ricercatori potrebbero valutare tali interventi in uno studio randomizzato. Chiaramente si tratta di un piccolo studio, quindi i prossimi passi richiedono di coprire una più ampia varietà di tumori o una più ampia gamma di fonti di informazione online. Inoltre, secondo i ricercatori, si potrebbe indagare su come i pazienti adolescenti cercano informazioni sulla salute, rispetto a come si pongono i loro genitori nella ricerca online.

Antonio Caperna

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.