IT   EN

Ultimi tweet

Coronavirus SARS-CoV2: analisi in 3D per lo sviluppo del farmaco

 

Rappresentazione schematica della proteasi coronavirus. L'enzima si presenta come un dimero costituito da due molecole identiche. Una parte del dimero è mostrata a colori (verde e viola), l'altra in grigio. La piccola molecola in giallo si lega al centro attivo della proteasi e potrebbe essere utilizzata come modello per un inibitore.

credit HBZ

L'analisi strutturale delle proteine ??funzionali della SARS-CoV-2 è utile per trovare farmaci contro il virus. La funzione di una proteina è strettamente correlata alla sua architettura 3D e così è possibile identificare specifici punti di attacco per sostanze attive.

Una proteina speciale è responsabile della riproduzione dei virus: la principale proteasi virale (Mpro o anche 3CLpro). Un team guidato dal Prof. Dr. Rolf Hilgenfeld, Università di Lubecca, ha ora decodificato l'architettura 3D della proteasi principale di SARS-CoV-2. I ricercatori hanno utilizzato la luce a raggi X ad alta intensità della struttura BESSY II dell'Helmholtz-Zentrum di Berlino.

"Per questioni di massima rilevanza, possiamo offrire un accesso rapido ai nostri strumenti", afferma il dott. Manfred Weiss, a capo del gruppo di ricerca sulla cristallografia macromolecolare (MX) presso HZB. Con strumenti MX è possibile analizzare minuscoli cristalli proteici con una luce a raggi X estremamente brillante. Le immagini contengono informazioni sull'architettura 3D delle molecole proteiche. La forma complessa della molecola proteica e la sua densità elettronica viene quindi calcolata mediante algoritmi informatici.

L'architettura 3D fornisce punti di partenza concreti per lo sviluppo di sostanze attive o inibitori. Questi farmaci potrebbero attraccare specificamente ai punti bersaglio della macromolecola e ostacolarne la funzione. Rolf Hilgenfeld è un esperto di fama mondiale nel campo della virologia e ha già sviluppato un inibitore contro il virus SARS durante la pandemia di SARS del 2002/2003. Nel 2016, è riuscito a decifrare un enzima del virus Zika.

Antonio Caperna

info: http://www.salutedomani.com/results/coronavirus

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.