IT   EN

Ultimi tweet

CONTROVERSIE SANITARIE E SERVIZI PUBBLICI NELLA REGIONE LAZIO: PRESENTATA LA PROPOSTA DI LEGGE

Alla presentazione della proposta di legge hanno partecipato il mondo delle professioni e i rappresentanti delle aziende che erogano servizi pubblici.

 



La proposta di legge regionale “Norme per favorire la conciliazione nelle controversie sanitarie e in materia di servizi pubblici” costituisce un’assoluta novità in Italia perché, per la prima volta, viene offerta nel settore pubblico, in caso di controversie, un’alternativa al ricorso al Tribunale.

I cittadini troveranno nella Regione un alleato attivo per la tutela dei loro diritti gratuito e in tempi rapidi.

Gli utenti dei servizi pubblici (acqua, elettricità, raccolta rifiuti, ospedali ecc) avranno a disposizione uno strumento snello e agile, volto a migliorare da subito il servizio e la conciliazione.

“Questa proposta di legge – ha commentato l’assessore alle Pari Opportunità, Concettina Ciminiello - si inserisce perfettamente nel nuovo corso della Regione Lazio: le persone prima di tutto.
Abbiamo voluto tutelare i diritti e le esigenze dei cittadini, pretendendo il rispetto degli standard di efficienza e qualità, in un’ottica di continuo miglioramento dei servizi pubblici e in particolare del servizio sanitario regionale”.

La Camera di conciliazione, composta da conciliatori medici, avvocati, notai e commercialisti scelti dai rispettivi ordini professionali, garantirà terzietà, indipendenza e professionalità. È auspicabile che la Camera di conciliazione possa rappresentare un modello per le altre Regioni italiane. 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.