IT   EN

Ultimi tweet

“Continuità Ospedale/ Territorio come strumento di qualità, sicurezza, efficacia e risparmio economico”

Con l’obiettivo di trovare un punto di incontro tra gli stakeholders del Sistema salute e porre le basi per un documento congiunto tra le parti, per incrementare e migliorare la Continuità Ospedale-Territorio, si è svolto, grazie al contributo non condizionato di Mylan, il Workshop “La continuità Ospedale-Territorio alla luce del Decreto 2234: opinioni a confronto”.

 

“La continuità Ospedale-Territorio può rappresentare un’opportunità per il Sistema Sanitario se eseguita in modo appropriato. Il paziente che entra in Ospedale riceve una serie di servizi assistenziali che devono proseguire anche una volta dimesso e tornato a casa: dal ciclo terapeutico, alle terapie farmacologiche e di supporto, come ad esempio i presidi. Ancora questa continuità non riesce ad essere a pieno regime, con discrepanze che si riflettono sulla qualità assistenziale: il decreto Assessoriale 2234 della Regione Sicilia, in materia di disposizioni inerenti le prescrizioni medicinali, vuole dare risalto all’importanza della continuità Ospedale-Territorio. Tutti gli attori del sistema Sanità Sicilia possono e devono contribuire per il raggiungimento di un obiettivo condiviso: rendere disponibili risorse attraverso il loro efficiente impiego.” Ha spiegato il dottor Giuseppe Giammanco, Direttore Generale Asp Catania

 

La diffusione dei farmaci equivalenti, pur rappresentando una risorsa per il SSN, qui in Italia procede molto a rilento rispetto ai principali Paesi europei. Anche a livello nazionale si registrano variabilità territoriali, l’impiego di equivalenti nelle regioni del Nord è mediamente maggiore rispetto a quelle del Sud. Inoltre, nell’ambito della continuità Ospedale-Territorio, ciò che viene utilizzato in ambiente ospedaliero, per lo più farmaci equivalenti frutto di acquisizione tramite gare, spesso non trova la ‘continuità terapeutica’ sul territorio. A tal fine i medici delle direzioni sanitarie e quelle di presidio costituiscono quel ponte trasversale che è chiamato a mettere in contatto ospedale e territorio anche attraverso la promozione dell'aderenza terapeutica, quale ulteriore strumento di appropriatezza nella continuità assistenziale”. Ha dichiarato il dottor Rosario Cunsolo, Presidente ANMDO Sicilia

 

“Mylan è da sempre impegnata a fianco del sistema sanitario nell’identificazione di soluzioni che favoriscano la sostenibilità e l’appropriatezza, così da continuare a garantire ai pazienti accesso alle terapie e alle migliori cure”. Ha tenuto a precisare Cinzia Falasco Volpin, Amministratore Delegato Mylan

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.