IT   EN

Ultimi tweet

Confederazione e Cantoni prolungano fino al 2020 la Strategia nazionale contro il cancro

In Svizzera i progetti della Strategia nazionale contro il cancro sono prorogati di tre anni. Lo hanno deciso Confederazione e Cantoni alla riunione del Dialogo sulla politica nazionale della sanità del 19 maggio 2017, durante la quale si sono anche scambiati vedute sulle misure da adottare per contenere i costi della sanità.

Ogni anno in Svizzera circa 38 500 persone in più si ammalano di cancro e circa 16 200 soccombono a questa malattia. Secondo le stime, queste cifre aumenteranno di un terzo nei prossimi 20 anni a causa dell’aumento della popolazione. Il trattamento e la cura delle malattie tumorali è sempre molto complessa e implica un coordinamento rafforzato delle terapie e della garanzia della qualità.

Per questo Confederazione e Cantoni nel 2013 hanno adottato la «Strategia nazionale contro il cancro 2014-2017», attuata e coordinata da Oncosuisse. La strategia è prorogata di tre anni e questo permette di assicurare la continuità della collaborazione dei partner coinvolti e dei progetti di prevenzione e riconoscimento precoce, ma anche di assistenza, formazione, ricerca e garanzia della qualità.

Il «Dialogo sulla politica nazionale della sanità» ha inoltre discusso le strategie per contenere i costi della sanità e migliorare l’assistenza. Quest’anno il contenimento dei costi è il tema centrale della piattaforma comune di Confederazione e Cantoni. Per arginare i costi a lungo termine, oltre all’adozione di nuove misure vanno sfruttate le possibilità disponibili a tutti i livelli. Per questo la Confederazione e i Cantoni hanno deciso di intensificare la loro collaborazione.

In linea die principio la Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità si è espressa favorevolmente in merito al tariffario medico Tarmed.

Infine il «Dialogo sulla politica nazionale della sanità» ha approvato il contratto quadro di eHealth Suisse. I compiti di quest’organo di competenza e di coordinamento di Confederazione e Cantoni sono cambiati dall'entrata in vigore della legge sulla cartella informatizzata del paziente e, di conseguenza, la sua forma organizzativa ha dovuto essere adeguata. In futuro eHealth si concentrerà sull’accompagnamento dell’introduzione, della diffusione e dell'applicazione della cartella informatizzata del paziente.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.