IT   EN

Ultimi tweet

Confederazione e Cantoni accelerano l' attuazione della cartella informatizzata del paziente

La cartella informatizzata del paziente deve essere introdotta il più rapidamente possibile. Lo ha confermato il Dialogo sulla politica nazionale della sanità nella riunione di giovedì 19 novembre.

Confederazione e Cantoni intendono porre in vigore le basi legali necessarie all'inizio del 2017. La Confederazione e i Cantoni hanno fatto dell'introduzione della cartella informatizzata del paziente una priorità comune, pur consapevoli della complessità delle condizioni tecniche e organizzative per la sua realizzazione. Alla riunione hanno discusso dell'assunzione dei compiti e dei rispettivi ruoli che dovranno svolgere. È stato anche affrontato il tema dello sviluppo di comunità di riferimento, ossia di aggregazioni di studi medici, farmacie, ospedali e organizzazioni di aiuto domiciliare (Spitex) incaricate di assicurare lo scambio elettronico dei dati.

Secondo quanto previsto, la Confederazione dovrebbe investire complessivamente 30 milioni di franchi per la realizzazione di questo progetto. I contributi della Confederazione sono strettamente legati a cofinanziamenti della medesima entità da parte dei Cantoni o di terzi.

La legge federale sulla cartella informatizzata del paziente è stata approvata il 19 giugno 2015 dalle Camere federali con chiare maggioranze (45 voti contro 0 al Consiglio degli Stati e 189 contro 5 al Consiglio nazionale). Lo scopo è migliorare la qualità e la sicurezza, nonché l'efficienza dei trattamenti medici, pur riservando la massima priorità alla sicurezza delle informazioni e alla protezione dei dati. Spetta ai pazienti decidere a quali professionisti della salute concedere accesso ai propri dati medici.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.