IT   EN

Ultimi tweet

Concorso cinematografico SmokeFree: giuria e pubblico conquistati da un giovane regista bernese

Una giovane donna solleva la sua auto con le proprie mani per parcheggiarla meglio, il tutto sotto gli occhi sbigottiti di un fumatore. Questa interpretazione spiritosa dello slogan «Io sono più forte» del giovane regista Sean Wirz ha ottenuto il primo premio per il concorso cinematografico SmokeFree. Il filmato ha conquistato la giuria e il pubblico, ottenendo i due premi principali alla cerimonia di martedì 13 giugno 2017 organizzata a Berna dai partner della campagna SmokeFree e dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il 28enne regista bernese è riuscito a esprimere il senso della campagna SmokeFree mettendo in evidenza gli aspetti positivi di una vita senza fumo. Il regista Xavier Koller, già vincitore di un premio oscar e membro della giuria, sostiene che «il messaggio è sottile, divertente e non scade in moralismi». «Stupisce la freschezza ottenuta dall’interpretazione dello slogan Io sono più forte», aggiunge Frank Bodin, pubblicista e anch'esso membro della giuria. Il filmato Io sono più forte, come pure tutti gli altri 16 film selezionati per il concorso, possono essere visionati all’indirizzo www.smokefree.ch/film.

I filmati che hanno ottenuto il secondo e i terzo premio della giuria evidenziano anch’essi i benefici di una vita senza tabacco. In Stronger, la libertà e l’indipendenza di una giovane donna la portano ad ampliare le proprie attività: surf, scacchi, motocicletta, meditazione, monociclo, pittura e corsa. In Tel père, tel fils un padre rinuncia alla sigaretta per riavvicinarsi al figlio. «È uno spot intelligente, dove è il figlio a fungere da modello per l'adulto» sottolinea Frank Bodin.

Oltre 3600 votanti

Oltre alla giuria, il vincitore ha convinto anche la maggioranza delle oltre 3600 persone che hanno visto il film e votato sul sito www.smokefree.ch. Chiedendo al pubblico di votare, il concorso ha permesso di coinvolgere in modo più ampio la collettività e d’incoraggiare la condivisione dei filmati sui social network.

Inoltre, la partecipazione dei giovani registi alla realizzazione dei filmati e la presenza di celebrità cinematografiche e televisive nella giuria ha stimolato la riflessione sul tabagismo tra le diverse fasce della società. La creatività scaturita e le diverse sensibilità espresse hanno permesso di arricchire il discorso della prevenzione.

Un fumatore su due muore per tabagismo

Data l’entità dei rischi, la prevenzione è indispensabile: un fumatore su due muore a causa del tabagismo. Le patologie cardiovascolari, il cancro ai polmoni e le altre malattie delle vie respiratorie sono le cause di decesso più frequenti.
 
Per aiutare chi intende smettere di fumare vi sono numerose offerte di sostegno. L'app SmokeFree Buddy permette a chi intende smettere di fumare di farsi sostenere da una persona amica ricevendo da essa messaggi nei momenti di tentazione o complimenti quando raggiunge i suoi obiettivi. La linea telefonica Stop tabacco 0848 000 181 offre consulenza professionale. Gli studi mostrano che un fumatore ha maggiori probabilità di smettere se si fa aiutare.

Il concorso cinematografico fa parte della campagna SmokeFree, sviluppata in stretta collaborazione tra le ONG, i Cantoni e l’UFSP e finanziata dal Fondo per la prevenzione del tabagismo (FPT), a sua volta alimentato da una tassa di 2,6 centesimi prelevata su ogni pacchetto di sigarette acquistato.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.