IT   EN

Ultimi tweet

Conclusa la riorganizzazione dell’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze

Oggi il Consiglio federale ha approvato il nuovo statuto dell’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze. Si conclude così la riorganizzazione del settore delle accademie, realizzata tra l’altro con l’istituzione di un sistema presidenziale e l’integrazione delle due fondazioni «Science et Cité» e «TA-SWISS». La nuova struttura permetterà di effettuare una preventivazione globale a partire dal 2021.

L’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze è stata costituita nel 2006 come organizzazione mantello delle quattro Accademie scientifiche e conta oggi sei istituti affiliati con personalità giuridica propria: le quattro Accademie delle scienze (l’Accademia svizzera delle scienze naturali SCNAT, l’Accademia svizzera di scienze umane e sociali SAGW, l’Accademia svizzera delle scienze mediche SAMW e l’Accademia svizzera delle scienze tecniche SATW) e i due centri di competenza «fondazione Science et Cité» e «fondazione TA-SWISS»).

Con l’approvazione da parte del Consiglio federale del nuovo statuto dell’organizzazione mantello e delle sue istituzioni affiliate si sono conclusi i lavori di riorganizzazione e consolidamento del settore delle accademie, in corso dal 2008. Con questa riorganizzazione le accademie si sono dotate di un sistema presidenziale e i centri di competenza «Science et Cité» (dialogo tra scienza e società) e «TA-SWISS» (valutazione dell’impatto delle scelte scientifiche) sono stati integrati a pieno titolo nell’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze. Sono pertanto state create le premesse più importanti per promuovere il coordinamento nella ripartizione dei compiti e per avere più sinergie in ambito amministrativo.  

Per quanto riguarda la preventivazione globale prevista dalla Confederazione a partire dal periodo di promozione 2021-2024, il nuovo statuto prevede una procedura coordinata per presentare le proposte di finanziamento dell’Associazione e per assegnare i fondi ai singoli membri attingendoli dal credito globale.

Composta da circa 100 000 persone e articolata in circa 160 società scientifiche, 100 commissioni permanenti e 29 società cantonali, l’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze costituisce la rete scientifica più grande e – grazie al sistema di milizia – meno costosa del Paese. Secondo la LPRI, si tratta di un’istituzione di promozione della ricerca il cui statuto è soggetto all’approvazione dal Consiglio federale.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.