IT   EN

Ultimi tweet

Come curare la pressione alta senza rovinare la vita sessuale. Congresso #ESC2020 #EscCongress

Secondo una ricerca presentata oggi al Congresso ESC 2020, gli uomini con ipertensione non trattata hanno un flusso sanguigno del pene inferiore a quelli con pressione sanguigna normale. 1

Le differenze sono scomparse con i farmaci per la pressione sanguigna. I risultati forniscono rassicurazione agli uomini preoccupati per gli effetti dei farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

L'ipertensione (pressione alta) colpisce più di un miliardo di persone in tutto il mondo ed è la principale causa di morte prematura. 2 Si consiglia uno stile di vita sano, compresa la restrizione del sale, la moderazione dell'alcol, l'esercizio fisico, il controllo del peso e la cessazione del fumo. La maggior parte dei pazienti richiede anche un trattamento farmacologico, che è collegato a rischi ridotti di morte, ictus e malattie cardiache, ma circa la metà dei pazienti non prende le pillole. La disfunzione sessuale è una delle ragioni per cui i pazienti interrompono i farmaci.

Gli uomini con ipertensione hanno quasi il doppio delle probabilità di avere un flusso sanguigno del pene alterato e disfunzione erettile rispetto agli uomini con pressione sanguigna normale, aumentando il rischio di malattie cardiache e morte. La pressione alta danneggia le pareti delle arterie, indurendole e restringendole e riducendo il flusso sanguigno al pene. La disfunzione erettile è un segnale di avvertimento precoce di vasi sanguigni danneggiati.

Tuttavia, studi precedenti hanno dimostrato che la disfunzione erettile è più comune negli uomini trattati, che non trattati, con ipertensione. E alcuni farmaci antipertensivi, in particolare diuretici e beta bloccanti, sono stati collegati al deterioramento della funzione sessuale. Questo studio ha esaminato l'associazione tra il livello di pressione sanguigna e il flusso sanguigno del pene e se c'è un legame con i farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

Lo studio ha incluso 356 uomini con disfunzione erettile e senza storia di diabete o malattie cardiovascolari, che hanno frequentato una clinica tra il 2006 e il 2019. La coorte è stata divisa in tre categorie in base alla pressione sanguigna: normale, normale alta e ipertensione. Un totale di 164 (46%) pazienti erano in trattamento con farmaci antipertensivi.

Tutti i pazienti sono stati sottoposti a un'ecografia color Doppler del pene che è il metodo standard per la valutazione dei vasi sanguigni del pene e della disfunzione erettile. Il metodo prevede l'iniezione di un farmaco nella base del pene, per aprire i vasi sanguigni, quindi la misurazione del flusso sanguigno. Il flusso sanguigno del pene è considerato alterato quando la velocità è inferiore a 25 cm/s.

Tra gli uomini che non ricevevano farmaci antipertensivi, la velocità del flusso sanguigno del pene diminuiva progressivamente con l'aumento della pressione sanguigna, ovvero il flusso sanguigno era più veloce in quelli con pressione sanguigna normale, più lento in quelli con pressione sanguigna alta normale e più lento in quelli con ipertensione. Al contrario, tra gli uomini che assumevano una terapia antipertensiva, non c'era differenza nella velocità del flusso sanguigno del pene tra le tre categorie di pressione sanguigna.

"La progressiva diminuzione della velocità del flusso sanguigno del pene attraverso le tre categorie di pressione sanguigna negli uomini, che non assumono farmaci antipertensivi, indica cambiamenti strutturali significativi nei vasi sanguigni del pene dovuti a ipertensione di lunga data", ha detto l'autore dello studio, il professor Charalambos Vlachopoulos dell'Università Nazionale e Kapodistrian di Atene, Grecia. "Le differenze di flusso sanguigno tra le tre categorie di pressione sanguigna sono scomparse con il trattamento, suggerendo un effetto farmacologico".

Un'analisi aggiuntiva ha confrontato uomini trattati e non trattati all'interno di ciascun gruppo di pressione sanguigna. Nella categoria ipertensione, i pazienti trattati e non trattati avevano velocità di flusso sanguigno del pene simili. Tuttavia, nella categoria alto-normale, gli uomini trattati avevano un flusso sanguigno del pene peggiore rispetto agli uomini non trattati. Allo stesso modo, nella categoria della pressione sanguigna normale, gli uomini trattati avevano un flusso sanguigno del pene peggiore rispetto agli uomini non trattati.

“Questi risultati implicano che i pazienti ipertesi hanno già un danno strutturale significativo nelle arterie del pene e l'aggiunta di farmaci antipertensivi non riduce ulteriormente il flusso sanguigno del pene -ha aggiunto il prof. Vlachopoulos- Ma negli uomini con pressione sanguigna normale o alta normale, le arterie del pene hanno un danno strutturale minimo e i farmaci potrebbero avere un impatto negativo sul flusso sanguigno del pene".

Quindi una raccomandazione a discuterne con il proprio medico: "Per gli uomini con ipertensione non ancora trattata, i farmaci più vecchi (beta bloccanti e diuretici) non sono ideali e dovrebbero essere usati solo se assolutamente indicati".

Il professor Vlachopoulos ha osservato che il cambiamento dei farmaci ipertensivi negli uomini con disfunzione erettile deve essere gestito con cautela: "In primo luogo, se una malattia coesistente impone l'uso di una specifica categoria di farmaci (ad esempio betabloccanti per la malattia coronarica e l'insufficienza cardiaca, diuretici per l'insufficienza cardiaca), il passaggio non è consigliato. Potrebbero essere prese in considerazione alternative, se i pazienti corrono il rischio di interrompere la terapia salvavita a causa dell'impatto dannoso della disfunzione erettile sulla loro vita ".

“In secondo luogo, il passaggio a un'altra classe di farmaci non garantisce né il ripristino né il miglioramento della funzione erettile. Questo deve essere spiegato con attenzione ai pazienti in anticipo, per evitare aspettative irragionevoli- ha aggiunto-Il nostro studio mostra che l'ipertensione può essere curata senza causare disfunzione erettile. I pazienti e i medici devono avere discussioni aperte per trovare la migliore opzione di trattamento ".

1Abstract title: Association between office blood pressure, antihypertensive medication use and male sexual dysfunction: A penile Doppler study.

2Williams B, Mancia G, Spiering W, et al. 2018 ESC/ESH Guidelines for the management of arterial hypertension. Eur Heart J. 2018;39:3021–3104.

Info Congresso ESC: http://www.salutedomani.com/categ/cardiologia

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.