IT   EN

Ultimi tweet

Clorina E6, un farmaco per vedere al buio

Muoversi di notte come un gatto, vedendo ostacoli e altri esseri viventi. Oggi è possibile, grazie a una sostanza contenuta negli occhi di alcuni pesci. Lo dimostra il risultato di un recente esperimento di una équipe di scienziati indipendenti,  legati a un gruppo denominato Science for the Masses.

Grazie al principio attivo, la Clorina E6, un pigmento fotosensibile che si trova negli occhi dei pesci che vivono in acque profonde, è stato creato un farmaco che permette di vedere al buio senza né luci né occhiali tecnici. Il liquido, applicato direttamente nel sacco congiuntivale degli occhi del ricercatore, offertosi come cavia, gli ha permesso di vedere, nel buio, simboli su sfondi dai diversi colori, e perfino di riconoscere persone a distanza di 50 metri. La visione al buio rimane per qualche ora.

Effetto collaterale transitorio la colorazione degli occhi, che diventa completamente nera fino al giorno seguente. Va sottolinato che saranno necessari altri studi per verificare che l’amplificazione della luce non abbia effetti nocivi sulla struttura cellular dell’occhio.

Ma se questa procedura si rivelerà sicura, una volta perfezionata potrebbe avere varie applicazioni, come per esempio quelle militari, andando a rimpiazzare, almeno in alcune situazioni, gli occhiali per la visione notturna.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.