IT   EN

Ultimi tweet

CITTADINI AL CENTRO DELLA SANITA' IN FRIULI CON L' AVVIO DELLA RIFORMA

La prevenzione e l'avvio di un percorso virtuoso che assicuri una sempre migliore assistenza e continuità delle cure a tutti i cittadini del Friuli Venezia Giulia sono tra le priorità che la Regione ha individuato per la concretizzazione della Riforma della Sanità regionale.


È quanto ha ribadito l'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca intervenendo a Lestizza ad un incontro formativo sulla legge regionale numero 17 del 2014 inerente il "Riordino dell'assetto istituzionale e organizzativo del Servizio Sanitario Regionale (SSR). Norme in materia di programmazione sanitaria e sociosanitaria": in sostanza, la Riforma del sistema sociosanitario regionale.
 

Nell'affollato Auditorium comunale, presenti numerosi cittadini e amministratori dell'area del Distretto del Codroipese, l'assessore Telesca ha avuto modo di specificare la portata delle scelte intraprese dalla Regione per adeguare il sistema sanitario alle mutate condizioni della società e alle mutate esigenze di salute della comunità. Scelte che, come ha ricordato, privilegiano la prevenzione, la diffusione sul territorio di parte dei servizi e delle funzioni che finora erano state riservate ai soli ospedali, e puntano sulla medicina d'iniziativa.

Pertanto, crescente sarà il coinvolgimento dei medici di famiglia che, nel SSR, rappresentano il raccordo diretto con i pazienti e che, se messi in relazione tra loro, possono garantire agli utenti risposte adeguate e rapide. Parallelamente proprio dalla messa in rete delle strutture sanitarie e ospedaliere, come ha aggiunto Telesca, "si potrà accentuare la vicinanza ai cittadini che deve contraddistinguere un sistema sanitario moderno".


Si tratta, ha proseguito l'assessore, di far compiere, non solo a tutte le componenti del sistema ma anche ai cittadini, un salto di qualità "che consenta loro di poter essere protagonisti di un modello di salute che è alla nostra portata".

Per questo, la Riforma intende agire a tutti i livelli. A cominciare dall'alto, richiedendo ai direttori generali di non occuparsi semplicemente dell'ottimizzazione della spesa sanitaria e del risparmio, ma anche di sviluppare la prevenzione facendo in modo che un numero sempre più ridotto di cittadini debba fare ricorso alle cure. Ottenendo, in tal modo, anche un considerevole risparmio nella spesa.



Peraltro, ha precisato Telesca rispondendo alle domande del pubblico e del consigliere regionale Riccardo Riccardi, anche se il 1° gennaio 2015 cambierà l'assetto delle Aziende sanitarie avviando così la Riforma, tale processo non dovrà essere avvertito dagli utenti. L'incontro è stato introdotto dal sindaco di Lestizza Geremia Gomboso e moderato dall'assessore comunale alla Salute Grazia Ecoretti.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.