IT   EN

Ultimi tweet

Cellule staminali, 'Nascens' in partnership con Swiss Stem Cell Bank di Lugano

Nescens, filiale di Aevis Holding SA, ha annunciato oggi a Lugano, a margine del congresso svizzero di ostetricia e ginecologia, il suo ingresso nel campo delle cellule staminali grazie ad una partnership esclusiva con la Swiss Stem Cell Bank di Lugano.

Il marchio svizzero la cui missione è aggiungere ogni giorno più vita alla vita per vivere meglio e il più a lungo possibile estende così la sua gamma di prestazioni. Esso offre oggi delle soluzioni nuove per preservare il proprio capitale salute lungo tutto il corso della vita.

Le cellule staminali hanno uno straordinario potere terapeutico. Esse sono utilizzate da diversi decenni per curare più di 70 malattie come le leucemie o i linfomi. L’efficacia clinica delle cellule staminali è attualmente oggetto di oltre 5.000 programmi di ricerca in tutto il mondo. Il Professor Angelo Vescovi, autore di numerose pubblicazioni sulle più prestigiose riviste scientifiche (Science, Nature, Neuroscience, Cancer Cell) ha presentato una sintesi dei suoi studi nel campo della neurologia, di cui gli ultimi molto promettenti nel trattamento della sclerosi laterale amiotrofica. Su questa base sta preparando un programma di ricerca sull’utilizzo delle cellule staminali nel trattamento della sclerosi multipla, unendo in questo programma altre equipe attive in tutto il mondo. In neurologia l’efficacia terapeutica delle cellule staminali è studiata in numerosi altri ambiti di applicazione in patologie come l’Alzheimer, il morbo di Parkinson, le ischemie cerebrali, la paralisi cerebrale infantile e i traumi del midollo spinale.

Numerose altre aree di applicazione sono l’oggetto di altri studi in corso come in cardiologia per ripristinare la funzione cardiaca dopo un infarto, l’ortopedia per rigenerare le cartilagini e le ossa, l’endocrinologia per trattare il diabete di tipo 1. «L'uso delle proprietà delle cellule staminali non ha limiti reali se ci si riferisce ai notevoli progressi compiuti dalla ricerca scientifica sull'argomento in così breve tempo», spiega la Dottoressa Veronica Albertini, direttrice scientifica della Swiss Stem Cell Bank.

 

Dei centri di raccolta accreditati per garantire campioni di qualità

Con la convinzione che la medicina rigenerativa giocherà un ruolo importante nell’arsenale terapeutico del futuro, Nescens propone attualmente la conservazione delle cellule staminali estratte dal sangue cordonale al momento della nascita e delle cellule staminali estratte dal tessuto adiposo in età adulta. Grazie ai suoi centri di raccolta accreditati (Nescens Collection Centers), come quello della Clinica Sant’Anna di Lugano presentato oggi alla stampa, Nescens può garantire la qualità dei prelievi fino ad un’eventuale utilizzo terapeutico. Inoltre, come precisa la Dottoressa Albertini, «grazie alle certificazioni di qualità sia sul piano nazionale (Swissmedic) sia internazionale (FACT NETCORD), queste cellule staminali potranno ugualmente essere impiegate al di fuori del territorio svizzero e nel contesto di studi clinici».

Nescens è inoltre il solo marchio ad impegnarsi, al di là dei servizi di laboratorio e biobanca, per garantire la qualità del prelievo e del campione reso disponibile ai medici per un uso terapeutico. Dopo aver creato dei centri di raccolta accreditati (Nescens Collection Centers), il marchio sta lavorando sulla messa in opera di centri terapeutici accreditati (Nescens treatment centers).

«Prevediamo un investimento a medio termine di oltre 20 milioni di franchi in queste attività e intendiamo sostenere e incoraggiare i nostri medici in progetti di ricerca sulla medicina rigenerativa oltre ad assumere una cinquantina di collaboratori nel corso dei prossimi anni» ha dichiarato Pierre-Olivier Haenni, CEO di Nescens.

Nescens innova anche nel campo della comunicazione con i propri clienti. Il marchio è impegnato nell’informare sui progressi della medicina rigenerativa le persone che gli affidano i campioni del proprio capitale cellulare (grazie ad una newsletter trimestrale e ad un servizio di consulenza in linea) informandoli sullo sviluppo del potenziale terapeutico di questo capitale.

Le testimonianza del papà di Adriano, un bambino attualmente in cura con le sue cellule staminali per una paralisi cerebrale, inserito in una sperimentazione clinica che si svolge a Monterrey, in Messico, e le cui capacità motorie migliorano, illustra bene il potenziale di cura di questo tipo di trattamenti per il futuro. Per la Swiss Stem Cell Bank e Nescens, questo è spunto di ulteriore motivazione al fine di contribuire attivamente allo sviluppo della medicina rigenerativa ed espandere la loro rete di partner scientifici e medici a livello internazionale.

«La posta in gioco è tale che è ora necessario lavorare su sinergie internazionali in un settore in cui il savoir-faire medico e scientifico svizzero è una vera risorsa per essere all'avanguardia nel campo della medicina nel mondo. E’ con questo spirito che Nescens è stata creata, per essere un’azienda leader nel futuro e mantenere elevato il livello di innovazione della medicina svizzera» conclude Pierre-Olivier Haenni.

Nata dalla competenza del Centro per la Prevenzione dell’Invecchiamento della Clinique de Genolier in Svizzera, creato più di 15 anni fa dal Professor Jacques Proust, Nescens è il primo marchio che propone una risposta globale e scientificamente provata al prolungamento di una vita in salute.

Nei suoi Centri di Medicina Preventiva, Medical Spa e Cliniche, l’offerta Nescens include check-up medici, programmi “better-aging”, interventi di chirurgia e medicina estetica e prodotti cosmeceutici anti-età. Nescens permette a ciascuno di soddisfare le proprie aspirazioni personali e conservare il più a lungo possibile il proprio aspetto, la propria forma fisica e la propria salute.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.