IT   EN

Ultimi tweet

Cambiamenti climatici: rischi e opportunita' in Svizzera

Il clima in Svizzera è cambiato nel corso degli ultimi decenni. Gli impatti del riscaldamento climatico sono percettibili e si accentueranno con l’aumento delle temperature.

L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha pubblicato il 5 dicembre 2017 una sintesi dei rischi e delle opportunità legate ai cambiamenti climatici. Questo studio dovrebbe sostenere i Cantoni e le regioni nel quadro dello sviluppo delle loro strategie di adattamento.

La temperatura media mondiale è aumentata di 0,9 gradi rispetto al periodo preindustriale. Per contenere il riscaldamento al di sotto di due gradi, gli Stati devono ridurre in via prioritaria le loro emissioni di gas serra. Poiché il riscaldamento può soltanto essere attenuato, vanno adottate misure di adattamento.

Il rapporto pubblicato il 5 dicembre dall'UFAM è stato elaborato con il contributo di oltre 300 esperti e riassume i risultati di otto studi di casi regionali. Inoltre, stabilisce una sintesi su scala nazionale dei rischi e delle opportunità attuali e nell'orizzonte temporale del 2060.

Rischi di gran lunga superiori alle opportunità
In Svizzera i cambiamenti climatici creano più rischi che opportunità. Numerosi rischi interessano la salute dell'uomo e sono originati da canicola, diffusione di malattie e pericoli naturali. Modificando la frequenza e l'intensità di eventi estremi, ad esempio inondazioni, movimenti di versante o canicole, i cambiamenti climatici eserciteranno anche effetti considerevoli in numerosi altri settori, segnatamente economici.  

L'accentuarsi e il persistere di periodi di siccità in Svizzera come all'estero rappresentano un rischio per l'agricoltura (calo di produzione). Il settore potrebbe per contro trarre vantaggio da un periodo vegetativo più esteso. Inverni più miti e brevi dovrebbero causare un calo degli introiti del turismo invernale. La stagione turistica estiva potrebbe invece allungarsi. Durante i periodi di siccità estiva ci si dovrà attendere una riduzione della produzione idroelettrica, la quale potrebbe tuttavia aumentare nel corso dell'inverno in seguito all'aumento del limite delle nevicate.

Rischi importanti per la biodiversità
Diversi effetti incideranno sulla biodiversità. L'aumento delle temperature e della siccità costituiscono infatti fattori di stress che degradano numerosi ecosistemi, in particolare quelli acquatici e alpini. La biodiversità ma anche i servizi ecosistemici essenziali per la società saranno dunque esposti a notevoli rischi. La modifica degli ambienti naturali potrebbe tuttavia favorire determinate specie.  

Individuate nuove sfide
Lo studio dell'UFAM servirà al contempo per sviluppare ulteriormente la Strategia di adattamento ai cambiamenti climatici del Consiglio federale. Sono state individuate nuove sfide in merito alle quali occorre approfondire la riflessione. Si tratta segnatamente di miglioramenti che potrebbero essere indotti dai cambiamenti climatici a livello locale, degli effetti esercitati sulla Svizzera da cambiamenti climatici avvenuti all'estero o di rischi imprevedibili che si tratti per esempio di eventi che possono raggiungere un punto talmente critico da provocare una modifica repentina dello stato del sistema.  

Studi di casi svolti in otto Cantoni
La sintesi dei rischi e delle opportunità legati ai cambiamenti climatici si appoggia su studi di casi dettagliati svolti in otto Cantoni (AG, BS, FR, GE, GR, JU, TI, UR) che coprono le sei grandi regioni della Svizzera (Giura, Altipiano, Prealpi, Alpi, Svizzera meridionale e grandi agglomerazioni). Questi studi hanno consentito di determinare i rischi e le opportunità attuali e nell'orizzonte temporale 2060 sulla base di uno scenario molto ampio (aumento delle emissioni nei prossimi decenni allo stesso ritmo odierno).

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.