IT   EN

Ultimi tweet

Borse sotto agli occhi addio: dalle cause ai rimedi più efficaci per combatterle

Uno sguardo sfuggente, un’occhiata che dura solo qualche istante ma che, alcune volte, può voler dire più di tante parole. Uno tra gli aforismi più famosi di Charles Bukowski sintetizza al meglio quanto appena detto “Si limitò a guardarmi. Quello sguardo mi disse tutto quello che c’era da dire”.

Quasi tutte le donne e, va detto, anche molti uomini, temono da sempre le famigerate borse sotto gli occhi, il difetto che forse più di tutti appesantisce il nostro sguardo e ci fa apparire stanchi e stressati, insomma di certo non al meglio della nostra forma.

Per questo motivo è bene comprendere le cause che portano alla formazione di questo tessuto cutaneo e adiposo in eccesso, per poi andare ad analizzare le possibili soluzioni da quelle più lievi a quelle più specifiche ed incisive.

 

La natura e le cause delle borse sotto gli occhi

Questo spiacevole inestetismo è localizzato nella zona perioculare del viso, in altre parole sotto gli occhi, ed è causato da un accumulo eccessivo di liquidi e grasso. Sfortunatamente si può presentare a qualsiasi età, ma se nei soggetti più giovani è solitamente dovuto a stanchezza, stress e uno stile di vita scorretto, nelle donne adulte è correlato al cedimento e alla perdita di elasticità dei tessuti del viso.

Le cause dunque possono essere diverse e variare in base alle caratteristiche e abitudini di vita dei singoli soggetti. Prima di tutto vanno individuate le pratiche altamente sconsigliate: fumo, alcool, vita e alimentazione sregolata, ma soprattutto mancanza di idratazione. Poi è fondamentale prestare particolare attenzione alla luce del sole e all'esposizione prolungata senza le giuste precauzioni, stessa regola che vale per chi si sottopone a trattamenti abbronzanti.

Va poi detto che il gonfiore localizzato sotto gli occhi può anche essere dovuto ad una predisposizione genetica o ad una forma allergica, in questo caso bisogna approfondire le cause per cercare di intervenire in tempo e ridurre così i segni estetici.

 

Tra buone abitudini e rimedi naturali

Come abbiamo appena visto, dunque, bisogna in primo luogo partire dalla nostra quotidianità intervenendo sulle abitudini sbagliate. Dunque è bene bere molta acqua (8 bicchieri al giorno) e dormire tra le 7 e le 8 ore per notte, in modo da idratare e riposare al meglio il nostro corpo. Anche ciò che mangiamo può fare la differenza e dunque è meglio evitare alimenti ricchi di sale che causano ritenzione idrica e favorire invece quelli ricchi di liquidi, come frutta e verdura.

Altri piccoli stratagemmi per combattere le borse sotto gli occhi sono, inoltre, dormire con un cuscino più alto del solito, in modo da favorire il drenaggio notturno, e provare ad applicare degli impacchi con ghiaccio o acqua molto fredda sulle zone interessate, così da ridurre il gonfiore.

 

Trattamenti specifici: tra blefaroplastica e carbossiterapia

In alcuni casi però intervenire su questi aspetti può non essere sufficiente come, d'altro canto, può non bastare applicare prodotti naturali o cosmetici topici. Spesso dunque arriva il momento di affidarsi ad interventi specifici che possono essere di varia intensità a seconda dei casi specifici.

Partiamo dalla chirurgia estetica, la blefaroplastica è infatti un intervento tanto incisivo quanto poco invasivo: a dispetto di quanto si potrebbe pensare, questo trattamento non necessità di preparazioni specifiche del paziente e può essere praticato a qualsiasi età. In ogni caso è fondamentale affidarsi ad un chirurgo specialista come il Dott. Fabio Quercioli, esperto in interventi di blefaroplastica per borse sotto gli occhi attivo a Firenze che, parlando di decorso post-operatorio, testimonia come solitamente nel giro di una settimana non siano più presenti ecchimosi e segni visibili e i pazienti possano tornare a svolgere normalmente le proprie attività e la vita sociale. Le piccole ferite si cicatrizzano in tempi rapidi, senza lasciare alcuna traccia, e la guarigione completa avviene in poco tempo.

Invece, quando il fenomeno delle borse sotto gli occhi ha una portata più modesta, si può optare per un trattamento più lieve come la carbossiterapia. Questa tecnica di medicina estetica  prevede microiniezioni locali di CO2 atossica e sicura (anidride carbonica) che è in grado di stimolare la vasodilatazione e aumentare il flusso sanguigno, portando così la pelle ad essere più idratata ed elastica, andando così a contrastare l'azione del tempo.

Guest post

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.