IT   EN

Ultimi tweet

Bere alcol fa aumentare la frequenza cardiaca. Congresso HERA a Barcellona

Più alcol bevi, maggiore sarà la tua frequenza cardiaca, secondo una ricerca presentata oggi al Congresso EHRA 20181, organizzato dalla Società Europea di Cardiologia. Il binge drinking è stato collegato alla fibrillazione atriale, un fenomeno chiamato "la sindrome del cuore di vacanza" 2 .

Il legame era inizialmente basato su piccoli studi e prove aneddotiche risalenti alla fine degli anni '70. Lo studio 'Munich Beer Related Electrocardiogram Workup (MunichBREW)' è stato condotto da ricercatori del dipartimento di cardiologia dell'ospedale universitario LMU di Monaco, sostenuto dal Centro di ricerca cardiovascolare tedesco (DZHK) e dalla Commissione europea.

È stata la prima valutazione degli effetti acuti dell'alcol sulle letture dell'elettrocardiogramma (ECG). Lo studio ha coinvolto oltre 3000 persone che hanno partecipato all'Oktoberfest di Monaco nel 2015. Sono state valutati i risultati ECG e le misurazioni di alcol nel respiro dei partecipanti, in media di 35 anni, 30% donne. Quindi registrati età sesso, malattie cardiache, farmaci per il cuore, stato o meno di fumatori. La concentrazione media dell'alcool era di 0,85 g / kg. L'aumento della concentrazione di alcol nel respiro era significativamente associato alla tachicardia sinusale di oltre 100 battiti al minuto nel 25,9% della coorte 3. Sono stati considerati gli ECG di 3012 partecipanti.

I ricercatori hanno studiato l'associazione tra concentrazione di alcol nel sangue e quattro parametri ECG: eccitazione (frequenza cardiaca), conduzione (intervallo PR, complesso QRS) e ripolarizzazione (intervallo QT). L'aumento della frequenza cardiaca è stato associato ad una maggiore concentrazione di alcol nel respiro, confermando i risultati iniziali dello studio di MunichBREW. L'associazione era lineare, senza soglia. Il consumo di alcol non ha avuto alcun effetto sugli altri tre parametri. "Più alcol bevi, maggiore sarà la tua frequenza cardiaca", ha detto il dott. Stefan Brunner, cardiologo presso l'Ospedale universitario di Monaco, è uno degli autori principali dello studio.

Antonio Caperna

1The abstract ‘Acute alcohol consumption and effects on cardiac excitation, conduction, and repolarization. Results from the MunichBREW Study’ will be presented during the session Arrhythmias general - The unusual and unexpected which takes place on 18 March from 11:00 to 12:30 in the Agora – Poster Area.

2Ettinger PO, Wu CF, De La Cruz C, Jr., Weisse AB, Ahmed SS, Regan TJ. Arrhythmias and the “Holiday Heart”: alcohol-associated cardiac rhythm disorders. Am Heart J. 1978;95:555–562.

3Brunner SHerbel RDrobesch CPeters AMassberg SKääb SSinner MF. Alcohol consumption, sinus tachycardia, and cardiac arrhythmias at the Munich Octoberfest: results from the Munich Beer Related Electrocardiogram Workup Study (MunichBREW). Eur Heart J. 2017;38(27):2100–2106. doi: 10.1093/eurheartj/ehx156.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.