IT   EN

Ultimi tweet

Bambini in tenera età meglio tutelati da maltrattamenti e abusi

I bambini in tenera età saranno meglio tutelati da maltrattamenti e abusi. Nella seduta del 27 giugno 2018 il Consiglio federale ha deciso di porre in vigore al 1° gennaio 2019 la pertinente modifica del Codice civile svizzero.

La segnalazione di situazioni a rischio alle autorità di protezione dei minori è quindi retta da nuove regole. In futuro non incomberà soltanto alle persone operanti in veste ufficiale (p. es. insegnanti od operatori sociali) avvisare le autorità se sospettano che sia in pericolo il bene di un minore. Saranno soggetti all'obbligo di segnalazione anche coloro che per motivi professionali intrattengono contatti regolari con minori, come gli educatori di asilo nido o gli allenatori professionisti. Dovranno quindi far intervenire l'autorità se, in base a indizi concreti, ritengono minacciata l'integrità fisica, psichica o sessuale di un bambino e non possono proteggerlo da sé.

Diritto di segnalazione per persone vincolate al segreto professionale

Anche le persone vincolate al segreto professionale secondo il Codice penale (p. es. medici, psicologi e avvocati) possono ora rivolgersi all'autorità di protezione dei minori se la segnalazione risponde all'interesse del bambino. Avranno quindi il diritto di avvisare l'autorità, mentre finora potevano farlo soltanto in presenza di un reato.

Il Parlamento aveva approvato le nuove regole di segnalazione nella sessione autunnale 2017. Il Consiglio federale aveva proposto tale modifica nel 2015 in adempimento della mozione 08.3790 "Proteggere i minori dai maltrattamenti e dagli abusi sessuali", depositata dall'allora consigliera nazionale Josiane Aubert.

Assunzione di una curatela a titolo puramente volontario

Nella sessione autunnale 2017 il Parlamento aveva deciso che a nessuno potrà più essere imposto di assumere una curatela. Il diritto vigente consente di nominare curatore una persona anche contro la sua volontà, ma tutti i Cantoni rinunciano ad avvalersi di tale possibilità. In futuro l'assunzione di una curatela avverrà a titolo puramente volontario. La modifica risale all'iniziativa parlamentare 12.413 "I cittadini non devono essere nominati curatori contro il loro volere!", lanciata dall'allora consigliere nazionale Jean-Christophe Schwaab nel 2012.

Entrambe le modifiche del Codice penale poste in vigore dal Consiglio federale erano state approvate dal Parlamento alla fine del 2017, e il termine referendario è trascorso inutilizzato.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.