IT   EN

Ultimi tweet

Avviati i primi progetti della Strategia nazionale sulla demenza in Svizzera

La Confederazione, i Cantoni e i diversi attori coinvolti hanno dato inizio all'attuazione della «Strategia nazionale sulla demenza 2014-2017»: durante un convegno organizzato a Berna sono stati avviati i primi progetti nei settori della sensibilizzazione, della diagnostica, del finanziamento e del miglioramento dei dati disponibili.

 

In Svizzera vivono circa 110 000 persone affette da demenza, un numero che aumenterà in funzione dell'andamento demografico. Per tale motivo, Confederazione e Cantoni hanno approvato di comune accordo una Strategia nazionale sulla demenza, con l'obiettivo di assistere i pazienti interessati e i loro familiari e di mantenere integra la loro qualità di vita. La Strategia è stata attuata in collaborazione con diverse organizzazioni. Nel convegno tenutosi in data odierna a Berna sono stati avviati i primi quattro dei 18 progetti totali.

Progetto «Sensibilizzazione»
Un sondaggio condotto dal Centro di gerontologia dell'Università di Zurigo ha dimostrato che la popolazione svizzera è poco informata sulle malattie che portano alla demenza. È necessario pertanto migliorare la diffusione delle conoscenze sulla malattia e promuovere nella popolazione un approccio nei confronti delle persone malate libero da ogni pregiudizio. La direzione del progetto «Sensibilizzazione dell'intera popolazione» è affidata all'Associazione Alzheimer Svizzera.

Progetto «Diagnostica»
Ogni anno in Svizzera circa 25 000 persone vengono colpite da malattie che portano alla demenza. Una diagnosi precoce in tal senso è importante per gli interessati e per i loro familiari. Tuttavia è stato dimostrato che meno della metà delle persone affette da demenza riceve una diagnosi medica. Occorre pertanto creare una rete di centri di competenza diagnostica e migliorare la qualità in tale ambito. Il progetto «Diagnostica» è condotto dall'Associazione Swiss Memory Clinics (SMC), dal Centre Leenaards de la Mémoire, dal Felix-Platterspital e dalla Società Svizzera di Psichiatria e Psicoterapia degli Anziani.

Progetto «Miglioramento dei dati disponibili»
In Svizzera manca una raccolta sistematica di dati rappresentativi sul tema della demenza, in particolare sull'offerta di cure. Tali dati sono tuttavia fondamentali per individuare le lacune nell'assistenza. L'Ufficio federale della sanità pubblica ha pertanto commissionato uno studio di fattibilità per il monitoraggio delle cure mediche. L'obiettivo è di verificare quali dati relativi alla demenza e ai costi delle cure è possibile rilevare e con quali modalità.

Progetto «Finanziamento»
Nel sottoprogetto «Finanziamento» la Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) verifica se le offerte di cure per le persone affette da demenza sono rappresentate in modo adeguato nei sistemi di finanziamento esistenti e se le cure sono prestate in modo tale da garantire agli interessati e ai loro familiari un'assistenza di qualità. In una prima fase si esaminerà il finanziamento delle offerte di cure in ambito ambulatoriale e di quelle per alleggerire i familiari, tra cui per esempio l'assistenza nei Centri diurni.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.