IT   EN

Ultimi tweet

Avviati i lavori dell’organizzazione di progetto per il servizio sanitario coordinato

Il gruppo di progetto sul futuro orientamento del servizio sanitario coordinato ha iniziato i lavori oggi, mercoledì 15 gennaio. E' costituito da rappresentanti di organi della Confederazione e dei Cantoni attivi nel settore della sanità e della sicurezza.

Il progetto concerne in particolare la futura organizzazione del settore sanitario svizzero, soprattutto per quanto concerne la gestione di situazioni di crisi. I lavori sono stati avviati dal DDPS sulla base di una perizia del professor Thomas Zeltner.

Il servizio sanitario coordinato (SSC) ha il compito di coordinare le attività degli organi civili e militari incaricati di pianificare, preparare e mettere in atto le misure d’ordine sanitario. Attualmente è diretto da un organo aggregato all’esercito. La situazione di minaccia e il settore della sanità hanno subìto non pochi cambiamenti e l’esercito è stato sottoposto a diverse ri-forme: è pertanto opportuno verificare se l’attuale organizzazione sia ancora adeguata.

Il DDPS ha incaricato pertanto il professor Thomas Zeltner di redigere una perizia sulla conformità dell’attuale organizzazione del SSC alle sfide e ai compiti attuali. Nella sua perizia il professor Zeltner ha confermato che l’organizzazione va rivista e ha raccomandato misure concrete riguardo alle prestazioni, ai compiti e al futuro orientamento del SSC.

Varianti per il miglioramento della collaborazione

A novembre 2019 il delegato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (RSS) è stato incaricato dalla consigliera federale Viola Amherd, dalla Piattaforma politica della RSS e dalla presidente della Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) di analizzare con i partner principali del SSC i risultati della perizia del professor Zeltner e di proporre relative varianti di attuazione. Il gruppo di progetto, in cui sono rappresentati gli organi della Confederazione e dei Cantoni attivi nel settore della sanità e della sicurezza, ha avviato i suoi lavori nella giornata di ieri, mercoledì 15 gennaio 2020.

Il gruppo di progetto ha l’incarico di elaborare varianti per l’attuazione del nuovo orientamento del SSC e di sottoporle nel primo trimestre del 2021 ai decisori politici della Confederazione e dei Cantoni. Dovrà in particolare individuare gli ambiti in cui è possibile migliorare la collaborazione e la coordinazione a livello di servizio sanitario e le relative modalità di ottimizzazione, segnatamente per quanto concerne la gestione di situazioni di crisi dovute a pandemie, inci-denti nucleari, terremoti o attentati terroristici.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.