IT   EN

Ultimi tweet

ASSICURAZIONE MALATTIE: PARTNER TARIFFALI DOVREBBERO NEGOZIARE VOLUMI PRESTAZIONI

Assicuratori e attori del settore sanitario dovrebbero negoziare non soltanto i prezzi, ma anche il volume delle prestazioni. Il Consiglio degli Stati ha adottato - con 23 voti contro 6 e 1 astenuto - una mozione in tal senso. Il Nazionale deve ancora pronunciarsi. Il Consiglio federale è già all'opera.

I costi a carico dell'assicurazione malattie di base continuano ad aumentare. Il sistema tariffale contiene incitamenti che hanno conseguenze indesiderabili. I prezzi sono fissati indipendentemente dal numero delle prestazioni realizzate, e questo non stimola i medici a trattare i pazienti in modo economico ed efficace.

Il Consiglio federale non riteneva necessario che gli si affidasse questo mandato. Ha già posto in consultazione un progetto che va in questa direzione sul quale dovrebbe pronunciarsi quest'estate.

Il Governo propone che i partner tariffali siano tenuti a prevedere misure volte a pilotare i costi nelle convenzioni tariffali o particolari valide in tutta la Svizzera. Questi provvedimenti dovranno essergli sottoposti.

In tali convenzioni, i partner tariffari devono prevedere regole per correggere ogni aumento ingiustificato dei volumi e dei costi rispetto all'anno precedente. Sarebbe possibile reagire per mezzo delle tariffe.

La misura è stata respinta principalmente dai fornitori di prestazioni e da una parte degli assicuratori. Dal canto loro, cantoni e partiti politici l'hanno accolta favorevolmente, proponendo tuttavia diverse modifiche.

Visto che un progetto in tal senso è stato posto in consultazione, il Consiglio degli Stati ha affossato un'iniziativa parlamentare della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Nazionale con la quale si chiedeva che i partner tariffali prevedessero nelle convenzioni misure volte a pilotare i costi e le prestazioni.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.