IT   EN

Ultimi tweet

Assicurazione malattia: in futuro adattare costi franchigia a evoluzione costi AOMS

L'attuale sistema con diverse franchigie che caratterizza l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS, assicurazione di base) ha dato buona prova. Questa è la conclusione cui è giunto il Consiglio federale nel suo rapporto adottato alla riunione del 28 giugno 2017.

Nel rapporto si legge infatti che non sono necessari adeguamenti importanti. Tuttavia le franchigie in futuro dovranno essere adattate all’evoluzione dei costi dell’AOMS e gli sconti concessi per le franchigie opzionali graduati.

Nell'AOMS gli assicurati hanno la possibilità di scegliere tra diverse franchigie. Come indicato nel rapporto del Consiglio federale, allestito in adempimento del postulato Schmid-Federer («Come si ripercuote la franchigia sul ricorso alle prestazioni della medicina?»), il sistema attuale dell’AOMS con la franchigia ordinaria e diverse franchigie opzionali in generale ha dato buona prova e pertanto non sono necessarie modifiche sostanziali.

Inoltre, come emerge dal rapporto, la possibilità di autoselezione spiega gran parte della differenza di prestazioni che gli assicurati ricevono a seconda della franchigia scelta.
Gli assicurati con rischi di salute elevati scelgono franchigie piuttosto basse, mentre i lavoratori sani con una buona formazione optano tendenzialmente per franchigie più alte. Le franchigie influiscono tuttavia anche sul comportamento degli assicurati, che sviluppano in generale un rapporto più responsabile con i costi, se sanno di dover partecipare al finanziamento delle prestazioni. Visto che gli assicurati che richiedono più prestazioni scelgono franchigie tendenzialmente più basse, è in questo settore che l’AOMS è maggiormente sgravata.

Adeguare le franchigie all’evoluzione dei costi
Affinché questo effetto positivo possa protrarsi anche in futuro, le franchigie devono essere adeguate regolarmente all'evoluzione dei costi dell’AOMS. In tal senso il Consiglio federale pone in consultazione una modifica della legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) fino al 19 ottobre 2017, adempiendo al contempo la mozione Bischofberger («Adeguare le franchigie all'evoluzione dei costi dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie»).

Rendere possibile una vera libertà di scelta: gli sconti per le franchigie opzionali vengono graduati
La libertà di scelta degli assicurati non deve essere limitata. Pertanto i gradi di franchigia esistenti sono mantenuti. Oggi per tutte le franchigie opzionali viene concesso uno sconto massimo del 70 per cento del rischio supplementare assunto. Ma con questo sconto uniforme risulta che nessuna delle franchigie opzionali possibili scelte dagli assicurati è ottimale, a prescindere dall'entità dei loro costi per la sanità, ad eccezione della franchigia ordinaria e di quella massima. Pertanto, gli sconti massimi concessi a seconda della franchigia vengono graduati. In futuro gli sconti per adulti varieranno tra l’80 per cento (franchigia di 500 fr.) e il 50 per cento (franchigia a 2500 fr.).

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.