IT   EN

Ultimi tweet

Appropriatezza delle cure e riduzione della spesa farmaceutica. Due esempi positivi al San Luigi di Orbassano e Torino

L'assessore Antonio Saitta

“La Regione Piemonte sta lavorando con impegno per coniugare l’assistenza ai malati con l’appropriatezza delle cure, evitando ritardi nel trattamento, duplicazione di esami e favorendo l’efficienza delle prestazioni insieme al contenimento della spesa farmaceutica: un’impresa difficile, ma non impossibile che cominciamo a verificare concretamente attraverso esempi molto positivi”.

L’assessore alla Sanità Antonio Saitta commenta positivamente la notizia che il progetto messo a punto dal San Luigi di Orbassano sul percorso diagnostico terapeutico assistenziale della sclerosi multipla ha vinto il premio “Market Access Award”, istituto da MA Provider con il patrocinio di Università degli Studi del Piemonte Orientale e CittadinanzAttiva.

Il premio, del valore di 4mila euro, è stato consegnato a Firenze e lo ha ritirato Carlo Picco, direttore sanitario del San Luigi in occasione del primo workshop sul prezzo dei farmaci. “Il San Luigi che è il centro di riferimento regionale per la sclerosi multipla e svolge un ottimo lavoro per circa 4300 ammalati - aggiunge l'assessore Saitta -  con questo progetto ha concretizzato un bell'esempio di innovazione nei processi sanitari a tutela dei pazienti e della sostenibilità delle cure. Un altro importante tassello di questo lavoro di contenimento della spesa sui farmaci particolarmente costosi riguarda le cure oncologiche: a Torino alla breast unit di Città della Salute abbiamo avviato ‘Epica’, un progetto per costruire un modello di analisi per valutare e governare l’inappropriatezza clinica ed economica nelle cure dei pazienti oncologici di Torino e Asti, per monitorare gli esiti dalla fase di  diagnosi fino al follow up”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.