IT   EN

Ultimi tweet

Alimentazione: il carrello sano costa meno della spesa media. Studio USAV Svizzera

 

È opinione comune che un’alimentazione sana sia costosa, ma non è così. Da uno studio commissionato dall’USAV è emerso che è possibile seguire un’alimentazione sana ed equilibrata anche con un budget ridotto. I risultati sono disponibili nel rapporto «Kosten gesunder Ernährung» (Costi di un’alimentazione sana).

Lo studio è stato svolto dalla Facoltà di scienze agrarie, forestali e alimentari della Scuola universitaria professionale di Berna, su commissione dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV). In un primo tempo 20 persone di diversi nuclei familiari sono state intervistate in merito alle loro abitudini alimentari e conoscenze nutrizionali. Sulla base di queste informazioni sono stati elaborati menù settimanali, alcuni più equilibrati e altri meno, che sono stati controllati e adattati con l’aiuto della piramide alimentare svizzera, componendo tre diversi carrelli: 

  1. carrello sano ed equilibrato con prodotti freschi
  2. un carrello sano ed equilibrato contenente diversi prodotti pronti e semipronti come zuppe in bustina, pizza surgelata, tortellini e insalata lavata
  3. un carrello malsano e sbilanciato con poca frutta e verdura, molti prodotti a base di amido e carne, nonché dolciumi e bevande dolcificate.  

In seguito sono stati calcolati i costi per i singoli carrelli. Affinché i carrelli fossero paragonabili, è stato comprato di volta in volta il prodotto più economico della relativa categoria. 
Dai risultati è emerso che per una coppia i costi di un carrello sano ammontano a circa 109 franchi alla settimana, contro i 95 franchi del carrello malsano. Il carrello sano ed equilibrato con prodotti freschi è quindi poco più caro di quello malsano.
Il carrello sano contenente diversi cibi pronti e semipronti è invece il più caro, poiché ammonta a circa 145 franchi alla settimana.
I costi del carrello sano sono nettamente inferiori alla spesa alimentare media per una coppia a basso reddito. Secondo l’Ufficio federale di statistica (2011), una coppia sotto i 65 anni con un reddito lordo inferiore a 7600 franchi spende 153 franchi alla settimana per l’acquisto di generi alimentari.

Da un ulteriore sondaggio condotto su un campione di oltre 900 persone è emerso che i consumatori sono intenzionati a seguire un’alimentazione sana. I partecipanti sapevano come risparmiare consapevolmente sulla spesa alimentare, ad esempio prestando attenzione alle offerte e bevendo tè anziché bevande dolcificate.  Tuttavia le conoscenze nutrizionali sono spesso incomplete e risulta pertanto difficile seguire con costanza un’alimentazione sana e a basso costo. Per questo motivo l’USAV e i suoi partner si impegnano a informare i cittadini al riguardo.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.