IT   EN

Ultimi tweet

"Adesso lo sai, adesso puoi decidere". Campagna su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule 2019

“Adesso lo sai, adesso puoi decidere”, è questo il claim della Campagna di comunicazione su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule, a cura del Ministero della Salute. E' stato realizzato per l'occasione uno spot televisivo e uno spot radiofonico da 30 secondi.

Testimonial è il noto personaggio televisivo e teatrale Lillo insieme all'attrice Rossella Schiuma, che mira a rimuovere le resistenze psicologiche alla dichiarazione di volontà, accrescendo la fiducia verso il nostro Servizio sanitario e il sistema trapiantologico italiano. La legge n. 91/1999 "Disposizioni in materia di prelievo e trapianto di organi e tessuti" affida al Ministero la promozione dell’informazione in materia. Il trend positivo delle dichiarazioni di volontà raccolte, a cui hanno indubbiamente contribuito le campagne di comunicazione realizzate negli anni, testimonia la necessità di continuare a promuovere la cultura della donazione. Infatti, ad oggi, sono oltre cinque milioni le dichiarazioni di volontà registrate dal Sistema Informativo Trapianti (SIT) e raccolte da ASL, AIDO e Comuni; di queste, quasi tre milioni e mezzo sono state rilasciate al momento del rilascio/rinnovo della carta di identità (modalità introdotta dalla legge 26 febbraio 2010, n. 25).

Tuttavia, al 31 dicembre 2018, circa 8.700 pazienti sono in lista di attesa per ricevere un organo. L'obiettivo prioritario è quello di informare i cittadini sulle diverse modalità di donazione, evidenziando, in particolare, la possibilità di effettuare la dichiarazione di volontà, in maniera molto semplice, quando si richiede o si rinnova la carta d’identità. La campagna mira inoltre a rimuovere le resistenze psicologiche alla dichiarazione di volontà, accrescendo la fiducia verso il nostro servizio sanitario e verso il sistema trapiantologico italiano. A partire dai 18 anni, non ci sono limiti di età per esprimere la propria dichiarazione di volontà e molti organi, come reni e fegato, si possono prelevare e trapiantare da donatori con oltre 80 anni di età.

“Quella che dice sì alla donazione degli organi, delle cellule e dei tessuti è un’Italia generosa di cui possiamo andare fieri - dichiara il ministro della Salute Giulia Grillo – e l’aumento significativo delle dichiarazioni di volontà ne è la conferma. Ma il nostro impegno deve proseguire e rafforzarsi: è necessario che tutti i cittadini diventino consapevoli dell’importanza di esprimersi sulla donazione e che sappiano che il Servizio sanitario nazionale gestisce l’attività di trapianto con trasparenza ed efficacia, salvando ogni anno migliaia di vite proprio grazie alla scelta di chi dona gli organi”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.