IT   EN

Ultimi tweet

ACCORDO TRA ESERCITO E LA REGIONE FVG PER EMERGENZE E CALAMITA'

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, ha approvato lo schema di Protocollo d'intesa tra Regione Friuli Venezia Giulia ed Esercito Italiano per regolare la collaborazione dei rispettivi sistemi sanitari, in modo particolare nelle emergenze e pubbliche calamità nelle quali le due Istituzioni si trovano spesso a condividere operazioni di soccorso.

In quest'ottica, come ha rilevato l'assessore Telesca, entrambe le Istituzioni hanno una responsabilità nei confronti della collettività che si concretizza anche in interventi congiunti, fra i quali uno dei principali è rappresentato dalle grandi emergenze per le quali è necessaria una condivisione con il personale sanitario militare delle modalità organizzative e dei protocolli clinici in uso nei presidi ospedalieri e nelle strutture sanitarie della regione per consentire al personale militare di operare al meglio.

Da qui l'esigenza degli operatori sanitari militari - manifestata dal Comando delle Forze Operative Terrestri - di confrontarsi con la realtà della sanità civile per verificare adeguatezza, efficacia e attualità di procedure, tecniche e professionalità delle proprie risorse umane, quando impiegate in condizioni estreme e di emergenza.

La collaborazione tra le istituzioni viene dunque delineata nelle linee organizzative fondamentali, attraverso un Protocollo d'intesa che definisce i compiti della Regione FVG e dell'Esercito e chiarisce che le attività assicurate verranno svolte in regime di parità economica, quindi senza ulteriori costi.

Inoltre, la collaborazione fra i due servizi sanitari rappresenta una sinergia virtuosa che concretizza economie di gestione e aumento dei benefici per la collettività.

Nel dettaglio, gli obiettivi contenuti nel Protocollo d'intesa, di durata triennale, riguardano:
- l'incremento della professionalità e della competenza clinica degli ufficiali medici e dei sottoufficiali infermieri;
- l'organizzazione della formazione teorica e dell'addestramento pratico, oltre che l'aumento dell'efficacia e dell'efficienza dell'attività e dell'organizzazione sanitaria dell'Esercito Italiano per una migliore protezione nei teatri operativi;
- l'implementazione della competenza clinica attestata in emergenza/urgenza.

Nell'ambito degli obiettivi fissati dal Protocollo, la Regione FVG favorisce l'addestramento del personale sanitario dell'Esercito Italiano in emergenza/urgenza nelle strutture deputate del Servizio Sanitario Regionale (SSR) e assicura il mantenimento delle competenze acquisite a seguito della formazione attraverso l'assegnazione alle attività assistenziali.

Inoltre, assicura un addestramento con una prima fase di valutazione delle competenze in essere e una successiva fase di tutoraggio nelle strutture del SSR. Infine, la Regione mette a disposizione strutture didattiche per lo svolgimento di corsi, lezioni, seminari o esercitazioni.

Dal canto suo, l'Esercito Italiano, fra le altre azioni, mette a disposizione il proprio personale sanitario in situazioni di emergenza e pubblica calamità sul territorio della regione Friuli Venezia Giulia oltre che mezzi e materiali sanitari.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.