IT   EN

Ultimi tweet

A TARANTO CAMPANELLA IN CORSIA PER PICCOLI DEGENTI ONCOEMATOLOGIA

Per i piccoli degenti del reparto di Oncoematologia pediatrica del "SS. Annunziata" di Taranto ieri e' stato il primo giorno di scuola. Perche' ha preso il via il progetto "Scuola in ospedale" per aiutare i ragazzi ad avviare attivita' che riportino a ritmi di vita normale, mantenendo contatti con la scuola di provenienza, con i compagni di classe, con la propria aula e con la propria vita prima della malattia.

Personalizzare i percorsi formativi, valutare i limiti fisici e psicologici, creare benessere attraverso l'elaborazione di microprogetti di miglioramento come qualificazione dei tempi non occupati dalle cure mediche lettura, gioco, attivita' pratiche, lavorare sulle abilita' di carattere trasversale (lettura, comprensione del testo, logica, etc.) e adottare metodologie coinvolgenti. L'organizzazione delle lezioni, e il loro svolgimento, sara' improntato al pieno rispetto delle necessita' terapeutiche di ciascun alunno favorendo, altresi', l'uso delle tecnologie e permettendo, quindi, di superare differenti barriere e ostacoli.

"Abbiamo subito garantito il nostro sostegno a questo progetto, consapevoli di quanto sia importante la continuita' didattica per i piu' piccoli, soprattutto in condizioni particolari come la degenza ospedaliera", ha detto il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci partecipando alla cerimonia di inaugurazione del progetto che per il dg della Asl, Stefano Rossi "assicura, alle alunne e agli alunni ricoverati, il diritto a conoscere e ad apprendere in ospedale, nonostante la malattia, garantendo una continuita' didattica, altrimenti impossibile".

"È un grande successo aver portato la scuola in ospedale a Taranto e paradossalmente e' un grande successo se riusciamo a portarla avanti nonostante un'emergenza che coinvolge tutta la scuola; e' il segno della forza della scuola, che e' presente e, soprattutto, e' presente dove c'e' piu' bisogno. Ci sono tre scuole che portano come dotazione un docente ciascuna, assegnato dal nostro ufficio - ha spiegato il direttore dell'ufficio scolastico regionale, Annamaria Cammalleri - Questi docenti sono in contatto con i docenti e le scuole di provenienza dei bambini per poter continuare il percorso formativo che loro hanno gia' intrapreso".

"Voglio dire e sottolineare, con mio grande piacere e orgoglio, che - ha concluso Cammalleri - a questa scuola in ospedale a Taranto, unica in Italia, abbiamo aggiunto al percorso per i bambini ricoverati qui in oncologia, anche un percorso per i bambini disabili che sono ricoverati in oncologia. Per cui c'e' un docente di sostegno, oltre a quelli "di classe", particolarmente dedicato a questa fascia di bambini". 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.