IT   EN

Ultimi tweet

4 su 10 ignorano malattia gengive, confusa con mal di testa

La parodontite? È una specie di mal di testa. No, ha qualcosa a che fare con il tartaro. Anzi, è un problema della mandibola.

Queste sono solo alcune delle risposte degli italiani a un sondaggio della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SidP) condotto per indagare la consapevolezza della popolazione nei confronti dell’infiammazione delle gengive, un problema che riguarda 20 milioni di persone in tutto il Paese, di cui 8 milioni in forma grave.

Rispetto a un’analoga indagine di due anni fa il livello di informazione è aumentato, ma gli esperti sottolineano che c’è ancora molto da fare perché, per esempio, alcuni continuano a credere che basti assumere vitamine o integratori per far passare tutto. Proprio per migliorare le conoscenze degli italiani e fare chiarezza sulle malattie gengivali, parte il nuovo canale tematico ‘Salute Denti e Gengive’ sul sito Ansa.it: annunciato in occasione del XX Congresso Nazionale SIdP, a Rimini fino al 17 marzo, sarà il nuovo punto di riferimento per trovare informazioni corrette e tutte le notizie più aggiornate sulla salute della bocca.

La parodontite è un problema molto diffuso, anche fra i giovani: il 43% degli under 35 ha già avuto almeno una volta nella vita un sintomo di infiammazione gengivale – spiega Mario Aimetti, presidente SIdP – Purtroppo questa patologia, se trascurata, può portare a conseguenze serie: sono circa 3 milioni gli italiani con un parodontite molto grave e per questo a rischio di perdere uno o più denti. La nostra indagine sulla consapevolezza della popolazione, ripetuta a distanza di due anni dalla prima, mostra che qualcosa sta migliorando ma che c’è ancora molto da fare: se da un lato, per esempio, si è dimezzata passando dall’11 al 6% la percentuale di chi aspetta che i disturbi gengivali come il sanguinamento o il dolore passino senza fare niente ed è salita dal 60 al 70% quella di chi invece si rivolge subito al dentista, dall’altro le idee sono tuttora parecchio confuse e c’è ancora un 25% di italiani che non sa che cosa sia la parodontite o non ne ha mai sentito parlare, mentre fra chi la conosce solo il 30% sa davvero quali siano le conseguenze possibili. Tanti si affidano a rimedi naturali o casalinghi, dal cambio di dentifricio alle vitamine, che spesso però non risolvono la situazione rischiando che le condizioni della bocca peggiorino”.

Due anni fa ben il 70% degli italiani riteneva di non essere adeguatamente informato sulla parodontite, oggi la percentuale è calata al 58% ma resta ancora alta l’esigenza di un’informazione autorevole e corretta. La maggioranza utilizza internet per informarsi su problemi di salute, per cui è forte anche la richiesta di siti gestiti da fonti autorevoli e piattaforme in cui poter trovare i contributi di parodontologi: in risposta a queste esigenze nasce la collaborazione di SidP con il canale benessere e salute dell’agenzia di stampa ANSA. “L’obiettivo è fornire informazioni accreditate e controllate attraverso i canali di maggiore e più facile accesso – spiega Aimetti – La nostra Società fornisce un supporto scientifico e professionale per presentare ai cittadini le più recenti evidenze scientifiche internazionali in ambito di ricerca, innovazioni cliniche, diagnosi, prevenzione e cura: il nuovo canale Salute Denti e Gengive in collaborazione con ANSA sarà così il nuovo punto di riferimento online dove trovare un'informazione a 360 gradi sulla malattia e la prevenzione, un’iniziativa con cui speriamo di aiutare i cittadini a prendersi più cura della propria salute orale”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.