IT   EN

Ultimi tweet

200 milioni di donne e bambine con Mutilazioni Genitali Femminili

Sono oltre 200 milioni nel mondo le bambine e le donne che hanno subito la pratica delle Mutilazioni Genitali Femminili, (MGF), ossia una escissione parziale o totale dei genitali femminili e sono circa 3 milioni le bambine a rischio di subirle nei prossimi 10 anni. 

Dal 2003 le Nazioni Unite hanno scelto la giornata del 6 febbraio per favorire la diffusione di una sempre maggiore consapevolezza su questa pratica tradizionale che a tutt’oggi viola i diritti umani di donne e bambine in tutto il mondo. Le MGF infatti sono state messe al bando dall’Organizzazione Nazioni Unite nel 2012 quali violazione dei diritti umani e abuso irreversibile dell’integrità fisica di donne e bambine.

Eppure continuano a essere praticate in oltre 28 paesi africani e in numerosi altri paesi asiatici. In seguito al fenomeno migratorio, questa pratica interessa anche l’Europa dove, secondo il Parlamento Europeo, sono circa 500mila le donne che le hanno subite e 20.000 le bambine a rischio. Se ne parlerà a un seminario promosso dall’Istituto Dermatologico San Gallicano dal titolo “Abbandonare una pratica tradizionale pericolosa: la lotta alle MGF”

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.