IT   EN

Ultimi tweet

15° incontro franco-svizzero della cooperazione universitaria, scientifica e tecnologica

Si è svolto a Parigi il 15° incontro franco-svizzero della cooperazione universitaria, scientifica e tecnologica. Inaugurato da Mauro Dell’Ambrogio, Segretario di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione e da Thierry Mandon, Segretario di Stato per l’insegnamento superiore e la ricerca, l’incontro ha permesso di sottolineare la qualità e l’intensità delle relazioni bilaterali nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione.

Dal 1984, anno in cui vennero istituiti, questi incontri promuovono il dialogo nei settori della formazione e della ricerca. La Svizzera e la Francia sono partner scientifici di primo piano che coltivano intensi scambi di altissima qualità. Anche la mobilità degli studenti tra i due Paesi è molto importante.

Nonostante le differenze tra i rispettivi sistemi, le istituzioni accademiche svizzere e francesi condividono numerosi accordi che hanno il pregio di facilitare la collaborazione e di sviluppare in comune programmi e diplomi. Negli ultimi anni sono sorte numerose iniziative transfrontaliere («EUCOR-Le Campus européen» o la «Communauté du savoir» nell’Arco giurassiano) che beneficiano delle sinergie e della vicinanza territoriale. 

L’avvenuto avvicinamento tra le agenzie di finanziamento della ricerca, che riduce gli ostacoli amministrativi per i ricercatori ed è prova della fiducia reciproca, rappresenta un ulteriore importante passo nelle relazioni tra i due Paesi.

Il 15° incontro franco-svizzero della cooperazione universitaria, scientifica e tecnologica ha riunito esponenti di spicco del mondo accademico svizzero e francese che hanno ribadito l’interesse reciproco a condividere le sfide presenti e future, nonché a delineare le piste possibili per intensificare la mobilità, la circolazione del sapere e i progetti in comune.

Ospiti d’onore erano l’Accademia francese delle scienze, che festeggia 350 anni quest’anno, e l’Accademia svizzera delle scienze naturali, che ne ha festeggiati 200 nel 2015. 

È stata anche discussa la collaborazione nelle organizzazioni e nelle infrastrutture multilaterali, come il CERN o l’ESA, all’interno delle quali i due Paesi sono molto attivi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.